Successioni

Gli eredi di ogni defunto sono chiamati obbligatoriamente a presentare la dichiarazione di successione entro un anno dalla morte del de cuius nel caso in cui l’asse ereditario superi i centomila euro e in ogni caso sempre quando sia presente un immobile o una porzione di esso.

Dal 1 gennaio 2019 è entrato in vigore l’obbligo di presentazione telematica della dichiarazione di successione. I nostri uffici provvederanno all’elaborazione e l’invio della dichiarazione secondo le più recenti normative. Contestualmente all’invio telematico si potrà adempiere alle volture di immobili presenti nell’asso ereditario.

In assenza di testamento l’obbligo ricade sugli eredi legittimi. In presenza di testamento sono chiamati ad adempiere alla presentazione della dichiarazione gli eredi indicati nello stesso.

Per aprire una pratica di successione, i documenti necessari sono:


  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà  attestante la situazione di famiglia originaria del defunto e degli eredi e di decesso del de cuius (questi documenti verranno redatti direttamente da noi dopo l’acquisizione dei dati)
  • codici fiscali del defunto e degli eredi in fotocopia
  • testamento (se esistente)
  • atti di donazione stipulati in vita dal de cuius e atti di vendita stipulati negli ultimi sei mesi di vita
  • visure catastali se in possesso (in caso contrario effettueremo noi la ricerca)
  • Dichiarazione della banca attestante la situazione patrimoniale per ogni banca in cui il de cuius aveva rapporti
  • fattura spese funebri (solo se non parenti diretti)
  • spese mediche sostenute negli ultimi sei mesi di vita (solo se non parenti diretti)
  • mutui ipotecari: certificato bancario relativo al debito alla data del decesso e contratto stipula mutuo (solo se non parenti diretti)
  • IBAN di un conto corrente intestato al dichiarante

Dopo l’invio della dichiarazione i nostri uffici riceveranno dall’Agenzia delle Entrate 5 ricevute: Ricevuta di registrazione, Ricevuta di pagamento delle imposte, Copia Protocollata, Attestazione con “glifo” (utile allo sblocco delle posizioni bancarie) e Ricevuta di avvenuta voltura catastale. Tutte le ricevute verranno fornite al dichiarante in formato cartaceo e digitale.

Agli eredi oltre il 2° grado di affinità parentale sarà inviata entro un anno dalla presentazione della dichiarazione la liquidazione delle imposte di successione, che saranno calcolate direttamente dall’Agenzia delle Entrate.

Tutti i sopracitati documenti, laddove non già in possesso degli eredi, sono elaborati e predisposti dai nostri uffici.

I nostri uffici sono a vostra disposizione per ricevere assistenza nelle pratiche di successione. Per informazioni e appuntamenti contattaci allo 010.8996161 o scrivi a info@genovacaf.it