IMU - TASI

Home Servizi IMU – TASI

IMU L’IMU scatta dal 2012 e sostituisce l’ICI e , per gli immobili non locati, l’Irpef sui redditi fondiari.

Per i fabbricati e i terreni l’IMU si applica sulla rendita catastale in base ad aliquote diverse per abitazione principale e altri fabbricati. E’ prevista un’aliquota dello 0,4 % per le abitazioni principali da cui i comuni potranno decidere di scostarsi dello 0,2%, portandola quindi da un minimo dello 0,2 % a un massimo dello 0,6 %. L’aliquota sugli altri fabbricati è stabilita nello 0,76 % cui i comuni potranno aggiungere o sottrarre uno 0,3%, portandola quindi da un minimo di 0,46% a un massimo dell’ 1,06%. La prima rata dell’IMU si pagherà entro il 18 giugno 2012 e la seconda entro il 17 dicembre 2012. Si potrà scegliere di pagare tutto in un’unica rata entro il 18 giugno 2012.

Il pagamento potrà essere effettuato solo con modello F24. Presso i nostri uffici potrete ritirare i modelli F24 debitamente compilati con l’importo corretto dell’IMU da voi dovuta. Il comune di Genova ha deliberato le aliquote per il 2012. Qui di seguito l’allegato alla delibera n. 78 del 30/10/2012 : Per l’anno 2012 sono stabilite, ai sensi e per gli effetti dell’art.…L’IMU, imposta municipale unica, è l’imposta che sostituisce l’ICI e che grava su tutti i fabbricati e i terreni agricoli nei comuni non montani. Dal 2012 sostituisce la vecchia ICI e nel 2013 viene affiancata dalla TASI, la Tassa sui servizi indivisibili.

La Tasi regola in maniera esclusiva la tassazione sugli immobili adibiti ad abitazione principale, e può sommarsi all’IMU sugli immobili con diversa destinazione nei comuni in cui l’aliquota IMU non è massima ( 1,06%) e nei quali la doppia tassazione è determinata per delibera. In alcuni comuni è previsto che parte della Tasi sugli immobili locati sia pagata dagli inquilini.

Le aliquote vengono stabilite da ogni comune con delibera annuale.

La base di calcolo per stabilire l’imposta dovuta è la rendita catastale di ogni fabbricato. Se non conosci la rendita catastale o vuoi una visura aggiornata puoi consultare il nostro servizio sulle visure catastali.

La scadenza per pagare l’acconto di IMU e TASI è fissata al 16 giugno di ogni anno, mentre il saldo va pagato entro il 16 dicembre.

Ricapitolando:

Tasi —> abitazione principale  e fabbricati diversi dall’abitazione principale nei comuni dove previsto

Imu —> fabbricati diversi dall’abitazione principale

Al pari di ciò che accadeva per l’ICI, il ravvedimento operoso è applicabile anche all’IMU. Perciò chi non è riuscito a pagare entro il termine l’imposta dovuta, potrà in ogni caso farlo pagando una  sanzione calcolabile in questi termini:

  • maggiorazione dello  0,2 % per ogni giorno di ritardo fino al 14esimo
  • maggiorazione del 3 % se il pagamento viene effettuato tra il 15esimo e il 30esimo giorno successivo
  • maggiorazione del 3,75 % se il pagamento sarà effettuato entro un anno dalla scadenza.

I nostri uffici sono a disposizione per il calcolo dell’imposta e l’elaborazione dei modelli F24 attraverso i quali poterla pagare.

Per informazioni e appuntamenti chiama lo 0108996161 o scrivi a info@genovacaf.it

Per qualunque informazione non esitare a contattarci, compila il form:

    Nome (*)
    Cognome (*)
    Email
    Telefono
    Oggetto (*)
    Messaggio (*)

    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web e dichiari di aver letto la nostra Informativa sulla privacy